lunedì, 24 settembre, 2018 alle 19:06

Gerardo Sacco arriva nel cuore di Salerno e dei salernitani

L’evento d’inaugurazione del nuovo showroom ha trasformato Piazza Portanova in un giardino di città, pervaso dal profumo degli agrumi e dalla magia dei gioielli Gerardo Sacco.

“Salerno è una città di grande cultura e di grandi tradizioni. Luoghi magici che sprigionano emozioni singolari, a partire dalla rara bellezza dei litorali costieri che dal Golfo di Policastro, quindi tutto il Cilento, si estendono fino alla Costiera Amalfitana. La Gerardo Sacco ha scelto Salerno proprio perché ha tutto ciò che serve a nutrire le ispirazioni che da sempre guidano la maison Gerardo Sacco nel creare gioielli unici, intrisi di fascino, magia e cultura.”

Così l’Amministratore Unico della maison d’arte orafa crotonese, Viviana Sacco, ha manifestato il suo interesse per Salerno al Sindaco Vincenzo Napoli, intervenuto eccezionalmente per il simbolico e inaugurale taglio del nastro.

Nell’evento di inaugurazione, che si è tenuto giovedì 20 settembre, la Gerardo Sacco ha voluto racchiudere tutto ciò che è il Mediterraneo, i colori, i sapori, i profumi della costiera, ricreando l’atmosfera calda e accogliente del Sud attraverso un’esperienza multisensoriale.

Indescrivibile lo stupore e l’incanto dei presenti nel vedere ogni angolo della piazza prendere vita, prati, aranci ed  essenza di bergamotto hanno fatto da sfondo ad una esclusivissima sfilata, sulle note di Simple Song (colonna sonora del film Youth di Sorrentino), in cui due modelle si sono confuse tra la folla, per poi ritrovarsi in un emozionante incontro con una terza donna giunta a bordo di una  spider, proprio come nello spot che da questa estate è on air su Sky e online sui canali ufficiali del brand.

Un abbraccio intenso e meraviglioso al centro della piazza, avvolgente e travolgente, proprio come l’anello Mesi Reverse, il gioiello più amato dalle appassionate del brand Gerardo Sacco.

Buffet e musica hanno accompagnato la serata fino al taglio della torta, che riproduceva un grande cammeo, in omaggio alla linea di gioielli Cammei.

Un piccolo ma prezioso showroom, quello di Piazza Portanova, moderno e caldo allo stesso tempo, consente al visitatore di esplorare le collezioni attraverso una galleria fatta di piccole teche che accompagnano verso l’ingresso del negozio. All’interno si respira arte, grazie ai bozzetti dei gioielli più preziosi della maison che adornano le pareti, come il pendente in stile liberty “Liz”, che prende il nome dalla divina Elisabeth Taylor che il maestro orafo crotonese incontrò sul set de “Il Giovane Toscanini”. L’ estro e la vitalità artistica di Gerardo Sacco, unitamente al sapere artigiano e al talento nel reinterpretare modelli del passato, hanno infatti affascinato anche il regista Franco Zeffirelli che scelse di affidargli la realizzazione dei gioielli di scena per numerose opere teatrali e cinematografiche.

All’interno dello showroom si potranno ammirare le creazioni dedicate alla città di Salerno, come i due vasi “Pestum“, in bronzo e argento 800/000, realizzati l’uno come il negativo dell’altro, che riproducono il vaso di bronzo (VI sec. a. C.) rinvenuto nel Sacello Ipogeico a Paestum; e la collana in argento con riproduzione del solidus coniato durante l’impero di Siconolfo recante l’effigie del principe con globo crucigero. Siconolfo è stato un principe longobardo, primo principe di Salerno e principe di Benevento dall’832 all’839. La moneta presenta su un lato il busto coronato di fronte, con globo crucigero e sull’altro croce potenziata su base, monogramma a sinistra e G a destra; in esergo la legenda CONOB.